2014/09/08

1969/09/08 - Il Saturn V di Apollo 12 si incammina verso la rampa di lancio

Il colossale razzo Saturn V, con in cima il veicolo spaziale Apollo 12, esce dall'immenso hangar del VAB (Vehicle Assembly Building), trasportato insieme alla piattaforma e alla torre di lancio sul crawler, il veicolo cingolato speciale che lo porta lentamente verso la rampa di lancio 39A del centro spaziale Kennedy.

2014/09/07

Benvenuti alla cronologia di Apollo 12

Questo blog ripercorre la missione Apollo 12 in tempo reale quarantacinque anni dopo ed è abbinato a un livetweet presso @attivissimoLIVE. Il testo che vedrete in questo blog è basato sul livetweet e sul contributo di Gianluca Atti.

attivissimoLIVE
Benvenuti al #livetweet per #Apollo12. Mettetevi comodi.
09/11/14 21:16

Il decollo di Apollo 12 è previsto per le 17:22 italiane del 14 novembre 1969, quattro mesi dopo il trionfale sbarco sulla Luna di Apollo 11. A bordo ci saranno Pete Conrad (comandante), Dick Gordon (pilota del modulo di comando) e Alan Bean (pilota del modulo lunare).

Apollo 11 doveva dimostrare che era possibile atterrare sulla Luna: Apollo 12 deve dimostrare che è possibile atterrarvi in un punto preciso. E per un atterraggio di precisione non c'è come avere tre piloti della Marina, abituati ad appontare sulle portaerei. La sfida è speciale: atterrare vicino alla sonda Surveyor 3, atterrata due anni e mezzo prima, e recuperarne dei campioni.

Sarà una delle missioni più allegre di tutto il progetto Apollo, in stridente contrasto con l'asettica professionalità di Armstrong, Aldrin e Collins in Apollo 11. Ma l'allegria sarà accompagnata da guasti e incidenti che ricorderanno al mondo che andare nello spazio è sempre un'impresa delicata e rischiosa.

Questi promemoria iniziano ben prima della partenza: Alan Bean infatti è un sostituto. Al posto suo, secondo la pianificazione iniziale della missione, ci sarebbe dovuto essere Clifton Williams (foto qui sotto), che però è morto in un incidente aereo il 5 ottobre 1967 senza aver mai volato nello spazio.


In memoria di Williams, il logo ufficiale della missione contiene quattro stelle, a rappresentare l'astronauta deceduto oltre ai tre membri dell'equipaggio definitivo.

Il modulo di comando è stato battezzato Yankee Clipper e il modulo lunare è stato denominato Intrepid: due nomi di tradizione marinara.